Tecniche Di Pittura

7 tecniche di ascolto in italiano Lettera di tutti

Sotto sacro, "a un egozha c'è un tempio", la chiesa lo Statuto ha in un'occhiata sacra a quello che l'altare dove questo servizio di chiesa è fatto è dedicato, ma non a quello che l'altare principale del tempio è dedicato e come che chiamano il tempio è chiamato.

Deve esser fatto in un congedo di cambiamenti di nomi sacri su un segno della loro appartenenza a volume o altra faccia: per esempio, per chiamare un nome dell'apostolo, "a un egozha c'è un giorno", prima di un nome del Reverendo, "a un egozha c'è un tempio", o, per esempio, per dire di un congedo vsednevny giovedì un nome dell'apostolo, "a un egozha c'è un tempio", prima di "sacro piacevole e vsekhvalny l'apostolo e un izha nel Padre Santo il nostro Nikolay, l'arcivescovo Likiysky' il Mondo, il lavoratore della Meraviglia", ma è necessario osservare rigorosamente il grado istituito da chiesa e dato nel Messale perché la chiesa, chiamando il tempio sacro e il giorno dopo sacro un cerchio sedmichny, fa così non perciò che presumibilmente li stima meno, che altri sacri, e, anzi, avendo in un'occhiata per segnare la loro bella memoria; un - come patrono di questo tempio e l'altro - come responsabile di una celebrazione di chiesa di questo giorno.